pornjk.com tube600.com xpornplease.com redtube.social porn600.me porn800.me watchfreepornsex.com tube300.me

Pasticceria e prodotti da forno

Cosa comprende il settore: il settore comprende le imprese produttrici di prodotti di panetteria e di pasticceria freschi e confezionati. I principali comparti produttivi sono dunque i prodotti da forno dolce (biscotti, pasticceria confezionata, prodotti dolci stagionali, snack, merendine, pasticceria fresca) e da forno salato (pane confezionato, pane fresco, pan caffè, fette biscottate, cracker, grissini, crostini, salatini).

export-prodotti-da-forno

Caratteristiche del settore: il settore occupa circa 150 mila addetti in oltre 30  mila imprese, con produzione (in valore) pari a 14,5 miliardi di euro. L’andamento del settore nell’ultimo esercizio mostra un rafforzamento dei segnali di ripresa già emersi nel 2014, con un incremento della produzione di ca 2,5%. Per il prossimo biennio, si attende un consolidamento del ciclo espansivo, con incremento del fatturato di almeno 2,5% a/a, spinta dell’export fino al 5% a/a e crescita più contenuta della domanda interna.

Principali imprese del settore: le principali 20 imprese operanti nel settore della pasticceria e dei prodotti da forno, per importanza del valore della produzione, sono: Bauli Spa, Colussi Spa, Galbusera Spa, Balocco Spa, Balconi Spa Industria Dolciaria, Deco Industrie Soc. Coop., Soc.It. Prodotti Alimentari Sipa Spa, Vicenzi Spa, Forno d’Asolo Spa, Grissin Bon Spa, Maina Panettoni Spa, Bistefani Gruppo Dolciario, A-27 Spa, Grissitalia Srl, Morato Pane Spa, Melegatti Spa, Quality Food Group Spa, FreSystem Spa, Euro Cakes Spa, Elledi Spa.

Il business con l’esteroexport-dolciumi

Il commercio estero: l’Italia continua a mantenere una rilevante quota di commercio internazionale di dolci e prodotti da forno. Le esportazioni crescono di circa il 4% a/a in termini di valore, con trend positivi per ogni segmento del comparto.

Paesi destinatari: anche nel corso degli ultimi anni è emersa la tendenza al rafforzamento della rilevanza del mercato domestico, con la macro area Ue che è cresciuta di oltre il 4% a/a. Si dimostra un interessante bacino di opportunità anche il mercato asiatico, che continua ad apprezzare la tradizione dolciaria italiana, puntando principalmente su prodotti di alta qualità ed alto prezzo. Più eterogeneo l’andamento nelle altre zone di destinazione.

Concorrenti: l’Italia conferma il suo ruolo di protagonista nel settore dell’alta qualità, con i prodotti premium del made in Italy che ben possono affermare la propria credibilità commerciale con particolare convinzione. Nelle altre fasce, agguerrita è la concorrenza di mercati emergenti e altri produttori europei.

Dove esportare nei prossimi tre anni: anche nel prossimo triennio il mercato comunitario continuerà a rappresentare lo sbocco preferenziale per le produzioni dolciarie italiane. Di sicuro sviluppo saranno inoltre i commerci nelle emergenti economie asiatiche, e non solo.